Petizione internazionale contro i sex robots, la fine della civiltà

prologo e traduzione di Patrizia Cordone. Le bambole-robot sono già realtà commercializzata diffusamente, anche con un corollario di business di bordelli sorti dappertutto. Scarse e flebili sono le opinioni contro questa ennesima disumanizzazione e nuova forma della mercificazione a danno di donne e di bambine-i come meri oggetti sessuali, depersonalizzati e privati di soggettività, senza alcun rischio penale: il sogno criminale di qualsiasi violentatore e pedofilo. Senza alcun freno inibitore di ogni aberrante fantasia dalla simulazione violenta con un oggetto a quella compiuta verso una persona vera il passo é breve. Le implicazioni morali sono gravi e destrutturanti le basi del consorzio sociale: una campagna internazionale é stata avviata per avvertire dei rischi seri e per sollecitare l’attenzione delle istituzioni di tutto il mondo: firmate e diffondete!

prologo e traduzione di Patrizia Cordone, agosto 2018©L’Agenda delle Donne, il Blog di Patrizia Cordone. Diritti d’autore riservati.

L’Agenda Delle Donne

Petitionpic1-article